La Storia

L'ORCHESTRA DEI FIATI ED I LEONCINI JUNIOR

La tradizione di questo gruppo bandistico è stata ereditata nel 1986 dalla Banda "I Leoncini d'Abruzzo" che seguendo le orme della celeberrima "Leonessa d'Italia" ha portato in molte città della nostra penisola e d'Europa la gioia, la tradizione e le musiche dei più noti autori.
 
Nel 1989 la banda ufficializza la propria posizione costituendosi in Circolo Musicale Banda "I Leoncini d'Abruzzo" con atto notarile, gli intenti del gruppo sono seri e votati al futuro ne è prova l'articolo 3 dello statuto che fissa la data della durata dell'associazione al 31.12.2050.
 
Inizia così ufficialmente l'avventura che porta la banda a varcare il terzo millennio, 40 giovani ragazzini che iniziano ad esibirsi con successo, in Abruzzo e in Italia.
 
Un particolare successo è stato ottenuto nel concorso nazionale per bande svoltosi nella città di L'Aquila, dove "I Leoncini d'Abruzzo" hanno saputo far riemergere i caratteri della madre banda.
 
Altri elogi sono stati inviati da varie Giunte di Amministrazioni Comunali, il particolar modo è da ricordare una testimonianza del noto maestro Severino Gazzelloni, presente nella chiesa di Santa Maria delle Grazie in Pescina durante un concerto della banda che recita così: "Pescina 14.04.1989. Ai ragazzi del complesso bandistico I Leoncini d'Abruzzo in ricordo della grande banda che fù di Pescina e che portò in buona parte d'Italia e d'Europa il nome di questa città gli auguri più belli per voi Leoncini. Severino Gazzelloni".
 
Il nuovo Circolo Musicale sorto sotto la guida del maestro Ezio Di Luzio e la Presidenza del Signor Antonio Botticchio è formato da circa 40 ragazzi ed ha partecipato a grandi e piccole manifestazioni.
 
Nel progredire degli anni il complesso bandistico è riuscito ad ampliare la sua cultura musicale sia per il gran numero dei ragazzi che frequentano il conservatorio di musica, sia per la tenacia e la costanza dei giovani maestri.
Grazie all'impegno profuso dal Presidente Antonio Botticchio e di altri genitori nel 1990 si avvia anche con continuità la scuola di musica che ha stimolato la passione musicale di circa settanta ragazzi con età compresa tra i 10 e i 25 anni, dando vita ad una seconda banda "I Leoncini d'Abruzzo Junior".
 
I saggi musicali di fine corso sono sempre costellati da un grande successo di critica e di pubblico e molti degli allievi iniziano a frequentare i vari conservatori del territorio Italiano con buoni profitti.
 
La preparazione della Banda, spazia da marce militari a quelle sinfoniche, da brani sinfonici a vere e proprie sinfonie, da brani moderni e vivaci a quelli che entrano proprio nel vivo dello swing.
 
Nel 1990 partecipa sotto l'egida dell'ANBIMA ( Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome) all'incontro con la banda a Chieti, e sempre nello stesso anno partecipa ad un mini raduno di bande tra cui, la banda della Brigata Aqui dell'Aquila e la banda di Città Ducale.
 
Il 16 febbraio 1994 una bellissima iniziativa insieme al Comune di Pescina vede la banda impegnata in un concerto a favore dei detenuti del carcere di "San Nicola" di Avezzano. 
 
Sempre nel 1994 il Circolo Musicale organizza con la ANBIMA Abruzzo una serie di concerti "Incontri con la Banda" dal 21 al 3 agosto. La giornata scelta per Piscina è il 29 luglio che vede il "Concertone" finale, diretto dal M° Vinicio Marini con le banda di Casalincontrada, Ripateatina, Scansano e Pesina appunto, riscuotendo un notevole successo.
 
Dal 1995 in poi partecipa alle giornate "TELETHON" per raccogliere fondi per la distrofia muscolare.
 
Nel 1996 con vari concerti la banda festeggia il decennale della rinascita vi è anche un omaggio al M° Ezio Di Luzio scomparso nel 1995, in quest'occasione il Circolo Musicale istituisce anche la Corale Folkloristica "Fontamara". 
Nello stesso anno, molto importante lo scambio culturale con la scuola elementare dell'VIII distretto della la città di Budapest, creando un vincolo indissolubile con questa città sfociato in un gemellaggio tra questa e la Città di Pescina.
 
Nel 1998, 1999 e nel 2000 la banda continua a portare la sua musica in varie città dell'Abruzzo e dell'Italia, diffondendo la cultura della banda e della musica, accostando a tale realtà molti giovani ed appassionati.
 
Il terzo millennio, si apre con la programmazione del bicentenario della Banda di Pescina organizzando vari concerti, da ricordare quello del 24.11.2001 in occasione della festa di Santa Cecilia (Patrona dei Muscisti), riscuote notevole successo dopo un concerto svolto nella chiesa di San Giuseppe di Pescina, ampiamente documentato da servizi giornalistici del TG3 Abruzzo e da numerose emittenti radio-televisive locali.
 
Ultimi recenti successi ottenuti nella manifestazione svoltasi nel maggio del 2002 "1000 e 1000 strumenti a Mirabilandia" con la partecipazione di ben 52 bande e 2219 musicisti, conclusasi con l'esecuzione in contemporanea, da parte di tutti i complessi bandistici, dell'Inno di Mameli.
 
Dopo quella esibizione la banda è stata presente nella trasmissione televisiva di Rai Uno "Uno Mattina", prima in una puntata con riferimento alla manifestazione nel Parco giochi di Mirabilandia e una seconda partecipazione direttamente contattati dalla Rai per festeggiare l'ultima puntata del citato programma.
 
Il Circolo Musicale Banda " I Leoncini d'Abruzzo", dal 12 al 19 ottobre 2002, ha partecipato al 3* Trofeo Internazionale di Bande Musicali e Majorette a Malgrat de Mar (Barcellona), nel corso di tale manifestazione la banda ha eseguito concerti in varie zone della città spagnola, si è esibita in piazza Catalunya di Barcellona riscuotendo notevole successo. 
 
La banda di Pescina è arrivata 1° ex equo con la banda che rappresentava la Slovenia con 92 punti, al terzo posto una banda della Danimarca.
 
Le nazioni partecipanti erano appunto, Italia, Slovenia, Danimarca, Germania, Lussemburgo, Austria, Svezia, Nigeria, per un totale di 14 bande. La giuria era composta dal Presidente della Federazione Spagnole delle Bande Musicali e Majorette e da maestri delle più illustri bande della Spagna, gli stessi hanno valutato la qualità della musica e dello spettacolo offerto dalle bande. Il giorno della competizione è stato giovedì 17 ottobre, nello stadio di Malgrat di Mar le bande si sono affrontate una la volta esibendosi per un tempo massimo di 10 minuti davanti ad un folto pubblico e alla giuria.
 
Nella mattinata del Venerdì "I Leoncini d'Abruzzo" hanno eseguito un concerto insieme alla Lux-Brass del Lussemburgo in una delle strade più frequentate di Malgrat de Mar, e sotto un sole stupendo hanno rallegrato i molti turisti intenti a fare compere. La sera del Venerdì la premiazione ufficiale, dove appena lo spiker ha annunciato from Italy, i ragazzi della Banda "I Leoncini d'Abruzzo" sono scoppiati in urla festanti e anche qualche lacrima, infatti si sperava in un piazzamento d'onore ma non così in alto. Il livello delle altre bande era molto alto e con organici ben più forniti, ma a detta della giuria "I Leoncini d'Abruzzo" hanno saputo ricreare un'atmosfera da film durante la loro interpretazione della colonna sonora del film di Fellini 8 e mezzo, e l'intonazione della banda era perfetta.
 
Il Presidente Antonio Botticchio ed il Maestro Paolo Alfano sono saliti sul palco per ritirare il trofeo, sono stati poi raggiunti da tutti i componenti la banda per festeggiare l'inaspettato risultato che sicuramente onora sia i ragazzi che tutta la città di Pescina.
 
Il 30 novembre 2002 organizza uno strepitoso concerto in onore di Santa Cecilia, nella chiesa di San Giuseppe di Pescina dove gli oltre 500 intervenuti e davanti ad alte cariche istituzionali locali e nazionali si è esibita in un repertorio di musica tipica da banda, classica e moderna, con un finale con oltre 100 musicisti coinvolti eseguendo un pezzo con voce solista coro e banda, regalando ai presenti momenti emozionanti ed indimenticabili, contribuendo a diffondere una nuova concezione della cultura musicale bandistica.

Nel mese di Aprile 2003 la Banda partecipa alla IV° Maratona Internazionale di Bande Musicali nella città di Praga dal 10 al 14 Aprile, con la partecipazione alla sfilata di inaugurazione del mercatino pasquale, un concerto nella piazza della città vecchia di Praga ed un concerto a Lysa in Boemia centrale.
 
Uno scrittore locale descrive così il Circolo Musicale reputandolo certamente un orgoglio per il paese e per tutta la cittadinanza, sia per la continuità nella tradizione bandistica e musicale del paese di Silone e Mazzarino, e sia per i valori sociali, culturali, educativi insegnati e tramandati ai giovani.